La verità sull’attentato delle torri gemelle ed Al Quaeda

WP Greet Box icon
Ciao! Se sei nuovo qui e ti interessa la storia sottoscrivi il feed RSS del blog per avere aggiornamenti costanti, oppure clicca sul "mi piace" di Facebook a destra.
Condividi questo articolo!

Normalmente la teoria secondo cui l’attentato alle torri gemelle sia stato orchestrato dalla Cia viene definito come “teoria complottista”. In realtà è vero il contrario: la teoria ufficiale del governo americano è che esista nel mondo una associazione (Al Quaeda) terroristica che non si sa che cosa voglia, non si sa quali obiettivi politici abbia, non si sa da chi riceva denaro e per quale scopo, e che è abbastanza organizzata da fare un attentato come quello dell’11 settembre senza che la Cia ne sapesse nulla. Dall’altra parte c’è la Cia che riceveva una trentina di miliardi di dollari all’anno di budget, aveva tutte le tecnologie e le conoscenze per creare l’attentato, e aveva tutto l’interesse a farlo perché dopo la fine della guerra fredda i finanziamenti alla Cia erano considerati sempre più immotivati ed esagerati. E a fianco della Cia c’era il governo americano che poteva scatenare una campagna mediatica senza precedenti, e c’erano singoli individui come Colin Powell che ha guadagnato un miliardo di dollari con la fornitura di viveri e tende all’esercito (dandogli oltretutto della carne andata a male). Da una parte c’è Al Quaeda, che uccide semplicemente perché gli arabi sono pazzi e non hanno bisogno di motivazioni razionali per uccidere, sono dei fanatici che vogliono solo distruggere il loro nemico, e non si sa come facciano a ricevere milioni di dollari, protezione dai governi, e aiuti per compiere i loro atti terroristici, visto che ovviamente non potrebbero fare tutto da soli. Secondo la teoria del governo americano quindi sono tutti pazzi: i terroristi, i governi che li coprono, e gli emiri e gli altri miliardari islamici che li finanziano. Dall’altra parte ci sono invece persone che hanno tutta la capacità di fare attentati ed hanno grandi interessi economici a portarli a termine: la Cia ha visto il suo budget aumentare di anno in anno nonostante non ci siano stati altri attentati, le industrie di armi hanno brindato con tutte le commesse per le guerre in Afghanistan e in Iraq, Bush è riuscito a farsi rieleggere vestendo i panni dell’uomo di guerra, le compagnie petrolifere hanno potuto costruire un gasdotto sotto l’Afghanistan ed impadronirsi del petrolio iracheno senza spendere una lira perché tutte le guerre erano a carico dei contribuenti, e altre industrie americane ne hanno approfittato per ricostruire le case bombardate dagli stessi americani. Quale delle due teorie è più verosimile? Qual è la teoria complottistica basata su nessuna prova e solo supposizioni? A questo bisogna aggiungere che se io facessi il più grande attentato della storia quantomeno starei attento a fare in modo che non possa esserci alcun dubbio sul fatto che sono stato io, e rivendicherei immediatamente l’attentato, fornendo prove indiscutibili e facendo proclami comprensibili sulle ragioni del mio gesto, e probabilmente con una lista di richieste che devono essere esaudite per evitare altri attentati. Invece no, dopo dieci anni ci sono decine e decine di cose che sono state trovate che non tornano, e nessuna prova certa o quasi certa del fatto che l’attentato sia stato fatto da Al Quaeda, Bin Laden non rivendicò immediatamente l’attentato anzi quando fu chiamato in causa all’inizio negò, successivamente ci sono stati poi i suoi video, in cui parlava arabo e non diceva nulla di razionale e comprensibile (proprio come ci si aspetterebbe da un pazzo terrorista), non ha fornito nessuna prova e non ha nemmeno fatto altri attentati, se io avessi avuto milioni di dollari a disposizione e centinaia di uomini disposti a morire per me avrei provato nello stesso giorno ad avvelenare qualche decina di acquedotti delle principali città americane ad esempio, ci sono tantissimi attentati molto più semplici di quello delle torri gemelle che con quei soldi e gli uomini che si suppone Al Quaeda abbia si potrebbero fare, molti magari sarebbero fermati ma tentando e ritentando qualche colpo andrebbe a segno e si potrebbe gettare il paese nel caos, che dovrebbe essere l’obiettivo dei terroristi. Invece no, nessun altro attentato, solo qualche video ogni tanto per ricordare della sua esistenza, poi arriva la morte di Gheddafi: è la dimostrazione con la guerra in Libia che esiste un modo più efficace di incominciare le guerre creando una protesta che, con qualche centinaio di infiltrati della Cia, si trasformi in guerra civile, e poi accusando il dittatore di turno di crimini contro l’umanità perché cerca di mantenere l’ordine. Le guerre in Afghanistan e in Iraq erano state duramente criticate e gli americani le avevano fatte da soli, mentre in Libia hanno potuto partecipare tutti con la scusa che era una missione dell’Onu per proteggere i civili, e l’attentato alle torri gemelle aveva lanciato molti dubbi sul governo americano, mentre la gente non sa chi siano Gheddafi o Assad, non sa cos’abbiano fatto nel loro paese, quindi basta che i media li descrivano come “dittatori sanguinari” e tutti abboccano. Ma furono gli americani a dare la notizia che Gheddafi massacrava i manifestanti, non c’era nessuna prova e nessun testimone, così come è la Cia che ogni tanto comunica che in Pakistan o in Yemen è stato ucciso un membro di Al Quaeda, tanto nessuno sa chi fosse, nessuno sa chi siano i membri di Al Quaeda, e nessuno conosce l’identità delle persone uccise nei raid dei droni americani, quindi chi è che può smentire? Se abitaste dalle parti del golfo di Aden o nelle zone tribali del pakistan la vostra casa potrebbe essere bombardata e dall’altra parte del mondo i giornali annuncerebbero la morte di un altro terrorista. Dopo la morte di Gheddafi, dicevo prima, Bin Laden era divenuto inutile e così hanno inscenato la sua morte, avvenuta immagino già subito dopo l’attentato alle torri, per evitare che potesse dire qualcosa di sconveniente o che fosse arrestato da qualcuno, così di una organizzazione come Al Quaeda, che non si sa dove sia e che scopo abbia, non rimane neanche il cadavere del capo, e peraltro neanche il cadavere di qualche altro suo importante membro che risaputamente sia stato un terrorista. Ci sono solo le bande africane che rapiscono gli stranieri che dicono ancora di appartenere al Al Quaeda, perché così possono cercare di fare maggiore paura e chiedere un riscatto più alto che non se si presentassero come una banda di tagliagole qualunque. Ma se anche fosse vera la teoria degli americani secondo cui esiste una associazione di pazzi fanatici così abile, questo non giustificherebbe comunque le loro guerre. Per vendicare i 3000 morti delle torri gemelle in Iraq hanno ucciso mezzo milione di persone, se anche fossero state in qualche modo responsabili non sarebbe stata una giustizia misurata. In più basta fare un semplice calcolo numerico sul budget della Cia, che è di circa 50 miliardi di dollari all’anno: se 50 miliardi servono per evitare che accada un altro attentato simile all’11 settembre significa che 50 miliardi salvano 3000 vite, cioè ogni vita salvata vale 16 milioni di dollari. Ora con 16 milioni di dollari ben spesi si può fare ben di più che salvare una vita, in un paese in cui centinaia di migliaia di persone muoiono per l’uso di crack e altre droghe, tante altre sono disoccupate e più o meno disperate, ci sono le migliori università del mondo che con quei soldi potrebbero trovare la cura per il cancro e l’aids o scoprire la fusione nucleare, ci sarà pure un modo migliore di proteggere i cittadini che dare quei soldi alla Cia; e se poi dovesse avvenire qualche attentato pazienza, si sopporteranno i morti sapendo che quei soldi sono stati comunque spesi meglio, e si lascerà alla polizia e alla magistratura il compito di indagare pubblicamente sull’attentato, senza che siano gli stessi servizi segreti che potrebbero averlo causato a indagare e dare l’unica versione ufficiale senza fornire alcuna prova certa.

Libri sul terrorismo e la politica imperialista americana

Condividi questo articolo!
Questo inserimento è stato pubblicato in Colonialismo e il tag , , . Metti un segnalibro su permalink. I trackback sono chiusi, ma puoi inviare un commento.

8 Commenti

  1. Pubblicato il 24/06/2012 alle 20:53 | Permalink

    Trovo che tu abbia migliorato molto la grafica e l’impostazione del blog, ciao!!

    Ti ho inserito, anche se in ritardo, scusa..

    • Pubblicato il 25/06/2012 alle 14:37 | Permalink

      sì ho fatto qualche modifica, ma sto preparando un template nuovo, anche se non so se lo realizzerò o cercherò di affinare questo, adesso sto facendo qualche prova per vedere se salta fuori qualcosa di decente.

  2. Ste
    Pubblicato il 02/07/2012 alle 21:11 | Permalink

    Sei un genio cazzo

    • Pubblicato il 22/01/2017 alle 12:39 | Permalink

      Kick the tires and light the fires, problem ofailifcly solved!

    • Pubblicato il 25/01/2017 alle 23:48 | Permalink

      I take ‘passion’ to mean ‘suffering’ and blame the HR mis-moguls, whose raison d’être it often seems, judging by the amount of time and spinning-effort it takes to fill in their blasted application forms, is to actively put people off applying and turn academic science into a great management PR pretence game. ‘Don’t even think about working here unless you are prepared to be abused and discarded if you don’t get us into the top ten.’ In that regard, perhaps it is not so inappropriate.

    • Pubblicato il 02/02/2017 alle 16:47 | Permalink

      Thank you for choosing us as your Pick of the Week! We will be posting many many more shows very soon! Thanks again, and thanks for listening!You can find all of our past archives at

  3. Johne180
    Pubblicato il 24/08/2014 alle 06:28 | Permalink

    I’m hunting for web sites that contain fantastic recommendations on what’s in fashion and just what top rated makeup products is.. aeebedfcekda

  4. Pubblicato il 22/01/2017 alle 12:21 | Permalink

    I’m not easily imsrepsed but you’ve done it with that posting.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>