Zeitgeist Moving Forward e la proposta di un’economia delle risorse

WP Greet Box icon
Ciao! Se sei nuovo qui e ti interessa la storia sottoscrivi il feed RSS del blog per avere aggiornamenti costanti, oppure clicca sul "mi piace" di Facebook a destra.
Condividi questo articolo!

Zeitgeist Moving Forward è un film del 2011 realizzato per cercare di cambiare la prospettiva della gente riguardo al futuro, allo sviluppo, all’economia ed al modo in cui la società e il mondo potrebbero (e dovrebbero essere organizzate). Zeitgeist (che in tedesco significa “spirito del tempo”, concetto filosofico ottocentesco). Il film è una lunga analisi del modo in cui gli uomini si sono abituati a percepire il mondo e interagire con esso, soprattutto per quanto riguarda il denaro e la politica, ed è costituito per la maggior parte di interviste a studiosi ed esperti in vari rami del sapere, dal biologo Robert Sapolsky (che conosco per aver guardato i video della sue lezioni di biologia comportamentale a Stanford) allo psichiatra Gabor Maté (esperto in cura dei drogati e di tutte le forme di dipendenza), dal professore di filosofia John McMurtry a Jacque Fresco (multiforme personaggio che è insieme filosofo, scienziato e inventore).

Il film si basa sulla teoria di un nuovo tipo di economia basata sulle risorse invece che sul mercato, secondo la logica che una vera economia deve basarsi su ciò che è reale (le risorse del pianeta, che sono limitate) invece che su ciò che è immateriale (il denaro, che può essere stampato e accumulato in quantità illimitata), e deve rispondere alle reali esigenze degli esseri umani (che non sono “fare soldi” o “comprare ciò che si desidera”, ma essere felici e realizzare se stessi senza danneggiare gli altri).

È difficile fare un riassunto perché il film è lungo più di due ore e tratta di molti argomenti e idee, è anche difficile per questo farne una critica breve. Sicuramente ci sono dei limiti in questa visione delle cose: l’eccessivo peso dato alla scienza come strumento per risolvere tutti i problemi, e la conseguente riduzione della religione a nessuna importanza per il futuro dell’umanità e il parlare nella seconda parte di come sarebbe la maniera più razionale di costruire un nuovo mondo da zero, senza però nessuna considerazione su come si può arrivare a cambiare abbastanza il mondo attuale per avvicinarsi a quell’utopia. Anche se ci sono dei difetti è comunque certamente un film rivoluzionario, soprattutto per quelle persone (quasi tutte) che non conoscono questi argomenti, e che sono sempre rimaste imprigionate nella mentalità dell’economia di mercato consumistica in cui le preoccupazioni sono il pagare i debiti, arrivare a fine mese, e non avere i soldi per curarsi se ci si ammala, e le cui gioie sono comprarsi una bella macchina, una bella casa, avere un grosso conto in banca e qualcosa da lasciare in eredità ai figli.

Per chi volesse approfondire e discutere questi argomenti può farlo sul sito di Zeitgeist Italia.

Condividi questo articolo!
Questo inserimento è stato pubblicato in Video interessanti e il tag , . Metti un segnalibro su permalink. I trackback sono chiusi, ma puoi inviare un commento.

2 Commenti

  1. Pubblicato il 28/05/2012 alle 19:43 | Permalink

    Probabilmente nel secondo paragrafo volevi dire che le esigenze NON sono fare soldi o comprare ciò che si desidera, vero?

    Lo guardo domani perché stasera sono impegnato con un libro di archeologia biblica.. il solito che non riesco a finire da più di un mese..

    • Pubblicato il 28/05/2012 alle 20:34 | Permalink

      grazie ho corretto l’errore. scrivere con word aiuta ad evitare gli errori di ortografia, ma non gli errori di logica…

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>